Come entrare nei Baschi Verdi della Guardia di Finanza

Come entrare nei Baschi Verdi

Vuoi sapere come entrare nei Baschi Verdi della Guardia di Finanza? In questo post troverai tutte le informazioni che cerchi in merito a questo reparto speciale della Guardia di Finanza.

Uno dei reparti speciali della Guardia di Finanza che maggiormente sembra attirare l’attenzione e l’interesse dei nostri lettori è, senza dubbio, quello dei Baschi Verdi. Per soddisfare la vostra curiosità e per aiutare tanti giovani a trovare le giuste informazioni che possano servire ad inseguire il loro sogno, abbiamo deciso di dedicare questo post proprio a questo reparto, spiegando quali sono i suoi compiti e, soprattutto, spiegando agli interessati come entrare nei Baschi Verdi della Guardia di Finanza.


INDICE
– Baschi Verdi della Guardia di Finanza: compiti e funzioni
– Come entrare nei Baschi Verdi della Guardia di Finanza


Baschi Verdi della Guardia di Finanza: compiti e funzioni

Prima di vedere come entrare nei Baschi Verdi della Guardia di Finanza, abbiamo pensato fosse necessario per completezza, chiarire chi sono i Baschi Verdi e quali sono i compiti e le funzioni di questo reparto della Guardia di Finanza.

Baschi Verdi è il nome con cui, comunemente, viene indicato il personale appartenente ai Reparti Antiterrorismo – Pronto Impiego (ATPI), tra le unità operative con compiti speciali della Guardia di Finanza italiana. Il loro nome deriva dalla tipologia e dalla colorazione del copricapo d’ordinanza indossato dal personale che ne fa perte. Il reparto Antiterrorismo – Pronto Impiego (AT-P.I.) è stato fondato negli anni Ottanta, i cosiddetti ‘Anni di piombo‘, al fine di contrastare le azioni delle Brigate Rosse ai danni dei furgoni porta valori della Banca d’Italia, ed attualmente è impiegato con funzioni di supporto alle operazioni dei reparti territoriali, con squadre di tiratori scelti o nuclei tattici per compiti ad elevato rischio.

Nello specifico, il reparto dei Baschi Verdi è specializzato nell’attività antiterrorismo: è loro il compito di vigilanza degli aeroporti, dei porti e degli obiettivi considerati sensibili. Oltre a questo, i Baschi Verdi si occupano di contrastare i traffici illeciti, la criminalità organizzata, il contrabbando degli stupefacenti, delle armi e dell’immigrazione clandestina. Le compagnie che compongono il reparto Antiterrorismo – Pronto Impiego (ATPI) possono inoltre essere dispiegate quali unità antisommossa in gravi situazioni di minaccia per l’ordine pubblico, oltre ad essere impiegate nel servizio scorta per il Ministro dell’Economia. In ultimo, il personale appartenente ai Baschi Verdi viene addestrato per operare in situazioni critiche come la liberazione di ostaggi o le missioni all’Estero.

Come entrare nei Baschi Verdi della Guardia di Finanza

Dopo questa breve panoramica sul reparto Antiterrorismo – Pronto Impiego (ATPI), vediamo come entrare nei Baschi Verdi della Guardia di Finanza.

Per entrare nei Baschi Verdi, reparto che si colloca nell’ambito del Corpo quale componente speciale per formazione ed addestramento, è necessario entrare nella Guardia di Finanza e, dunque, partecipare a uno dei Concorsi di Selezione che dà accesso alla carriera in questa Amministrazione in divisa. Come abbiamo più volte detto, per partecipare ai Concorsi è necessario essere in possesso di determinati requisiti anagrafici, socio-culturali e psico-fisici e, in seguito, è necessario superare tutte le prove (culturali e fisiche) previste nell’iter concorsuale. Indossata la divisa della Guardia di Finanza, è possibile fare richiesta per essere assegnato al reparto Antiterrorismo – Pronto Impiego (ATPI). Non tutti i candidati che fanno domanda riescono ad entrare nei Baschi Verdi, visto che l’Amministrazione si assicura che chi si candida per ricoprire tale ruolo, sia in possesso di determinati requisiti fisici e psicologici.

Nei Baschi Verdi può entrare il personale della Guardia di Finanza con il grado di Appuntato e Finanziere, Sovrintendente ed Ispettore, che, frequentato un corso di specializzazione, acquisisce la qualifica “ATPI”. Il corso di formazione specialistica che, appunto, forma il personale dei Baschi Verdi, è molto impegnativo dal punto di vista psicologico e fisico: questo ha una durata di tre mesi intensivi e viene svolto presso il “CAS” (Centro Addestramento di Specializzazione) di Orvieto. Il corso di specializzazione ATPI prevede un’intensa attività di studio, prioritariamente rivolta a materie tecnico-giuridiche, integrata da uno specifico addestramento tecnico-pratico e da periodici stage di aggiornamento. Il ciclo didattico, inoltre, prevede la partecipazione a conferenze, seminari e visite professionali esterne. Come abbiamo detto sopra, l’accesso al corso richiede, naturalmente, il possesso di adeguati requisiti fisici e di carattere. La formazione per i futuri Baschi Verdi comprende l’addestramento nelle tecniche di polizia per situazioni di ordine pubblico e scorta; in più vengono insegnate le tecniche di difesa personale e le arti marziali, il tiro dinamico, la liberazione di ostaggi, le tecniche di guida operativa, di guerriglia e di antiguerriglia.

Nello specifico, le tecniche insegnate sono:

  • Difesa Personale e Arti Marziali
  • Tiro di Polizia e Dinamico
  • Azioni Particolari ed Ardimento (liberazione di ostaggi di tipo militare e di polizia, irruzione in caseggiati)
  • Scorte di Sicurezza (1º livello)
  • Tecnica di guida operativa veloce e di auto blindate (della durata di quindici giorni, e comprendente tecniche di guida difensiva ed offensiva)
  • Tecniche di Guerriglia ed Antiguerriglia
  • Tecniche di Polizia
  • Difesa N.B.C.R.
  • Ordine Pubblico

Superato il corso di formazione specializzato, il personale appartenente ai Baschi Verdi è chiamato a svolgere attività di servizio prioritariamente orientate nel settore della Polizia Giudiziaria e della Polizia di sicurezza, oltre agli specifici compiti di Polizia Economico – Finanziaria comuni a tutti gli appartenenti al Corpo della Guardia di Finanza.

Per ricevere maggiori info, contattaci subito, un incaricato della Nissolino Corsi ti risponderà il prima possibile.

Articoli Correlati

Sei il primo a lasciare un commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.