Cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza: ecco le più comuni

Cause di non idoneità all'arruolamento nella Guardia di Finanza

Quali sono le cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza? Di seguito l’elenco delle imperfezioni e delle infermità più comuni che potrebbero essere causa di inidoneità nei concorsi di selezione per entrare nella Guardia di Finanza.

In questo articolo abbiamo elencato alcune delle cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza. Molti giovani che vorrebbero partecipare ai concorsi gdf, si vedono sbarrare la strada verso la realizzazione del loro sogno a causa di possibili patologie ed infermità che, secondo la vigente direttiva, rappresentano causa di inidoneità al concorso e, dunque, all’arruolamento nella Guardia di Finanza.


INDICE
– Elenco delle imperfezioni e delle infermità che sono causa di non idoneità al servizio militare
– Cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza: asma, allergie e intolleranze
– Cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza: sordità e problemi ai denti


Elenco delle imperfezioni e delle infermità che sono causa di non idoneità al servizio militare

Tutti i concorsi di selezione per entrare nella Guardia di Finanza, nel loro iter, prevedono degli accertamenti sanitari che servono a valutare che lo stato di salute dei candidati sia ottimale per svolgere i compiti e le funzioni affidate al personale in servizio nel ruolo per il quale si stanno candidando. La commissione sottopone i giovani concorrenti a numerosi esami clinici e di laboratorio, visite generiche e specialistiche, test, e tutto il necessario per accertarsi della situazione clinica di ogni partecipante al concorso che deve ottenere un coefficiente 1 o 2 in ciascuna delle caratteristiche somato – funzionali: psiche (PS); costituzione (CO); apparato cardio–circolatorio (AC); apparato respiratorio (AR); apparati vari (AV); apparato osteo–artro–muscolare superiore (LS); apparato osteo–artro–muscolare inferiore (LI); vista (VS); udito (AU), profilo psico-fisico che i candidati devono necessariamente conservare per tutta la durata del concorso e del successivo corso di formazione (qualora risultassero vincitori del concorso).

Appare quindi evidente che, per risultare idoneo agli accertamenti sanitari, e dunque proseguire l’iter concorsuale ed eventualmente vincere il concorso ed indossare la divisa della Guardia di Finanza, il candidato non deve assolutamente presentare nessuna imperfezione o infermità. Difatti, il Corpo della Guardia di Finanza – così come le altre Amministrazioni in divisa – ha provveduto a stilare un elenco in cui sono state inserite quelle che sono le cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza.

Cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza: asma, allergie e intolleranze

Vediamo, quindi, di capire quali sono le cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza che con maggior frequenza vengono riscontrate nei giovani che partecipano ai Concorsi di selezione. Per un elenco completo, vi rimandiamo al decreto ufficiale che potete leggere cliccando qui.

Per quanto riguarda le più comuni cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza, tra queste dobbiamo elencare l’asma. Molti nostri lettori ci hanno chiesto se è possibile entrare nella Guardia di Finanza se si soffre di asma. Per rispondere in maniera completa a questa domanda dobbiamo fare riferimento al sopra citato Elenco stilato dall’Amministrazione, in cui si legge che è causa di inidoneità:

  • L’asma bronchiale allergico e le altre gravi allergie, anche in fase asintomatica, tra cui:
    1. l’asma bronchiale classica
    2. le sindromi disventilatorie ostruttive spirograficamente accertate
  • Le intolleranze ed idiosincrasie a farmaci, alimenti o veleno di imenotteri anche in fase asintomatica.

In sintesi, i giovani che soffrono di asma, di allergie o hanno particolari intolleranze potrebbero essere giudicati inidonei durante gli esami medici effettuati negli accertamenti sanitari e, dunque, potrebbero essere esclusi dall’iter concorsuale. Naturalmente, queste patologie devono essere ‘gravi’, a tal punto da inficiare l’operato del possibile futuro personale in divisa.

Cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza: sordità e problemi ai denti

Tra le più comuni cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza ci sono anche quelle che riguardano il complesso maxillo facciale e l’area Otorinolaringoiatria, ovvero eventuali problemi ai denti o all’udito. Vediamo, nello specifico, cosa c’è scritto in merito nell’Elenco.

Per quanto riguarda le cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza relative al complesso maxillo facciale, si fa riferimento a:

  • Le malformazioni e gli esiti di patologie o lesioni delle labbra, della lingua e dei tessuti molli della bocca che producano gravi disturbi funzionali.
  • Le malformazioni, gli esiti di lesioni o di interventi chirurgici correttivi (con o senza mezzi di sintesi), le patologie del complesso maxillo-facciale e le alterazioni dell’articolarità temporo-mandibolare causa di gravi alterazioni funzionali.
  • Le malformazioni e gli esiti di patologie dell’apparato masticatorio che determinano rilevanti disturbi, tra cui:
    1. la mancanza o l’inefficienza del maggior numero di denti o di almeno otto tra incisivi e canini
    2. le malocclusioni dentarie causa di rilevanti disturbi funzionali con segni clinici o radiologici di patologia dentale o paradentale e/o alterazioni dell’ATM e/o disturbi della fonazione e della respirazione
    3. le malocclusioni dentarie che, pur in presenza del maggior numero dei denti, non permettano un corretto ingranaggio occlusale di almeno 2 coppie di molari o 3 coppie di molari e premolari, sono considerate causa di inefficienza della funzione masticatoria
    4. gli estesi impianti dentali con segni clinici e radiologici di perimplantite (l’impianto dentario è considerato sostitutivo del dente mancante se ben tollerato e in assenza di segni clinici e radiologici di perimplantite ed inefficienza. La protesi efficiente è considerata sostitutiva del dente mancante).

Per quanto riguarda le cause di non idoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza relative a possibili problemi di udito e, più in generale, all’area otorinolaringoiatria, nell’Elenco si fa riferimento a:

  • Le malformazioni ed alterazioni congenite ed acquisite dell’orecchio esterno, dell’orecchio medio, dell’orecchio interno, quando siano deturpanti o causa ai di rilevanti disturbi funzionali, tra cui:
    1. le gravi malformazioni ed alterazioni congenite o acquisite dell’orecchio esterno (mancanza totale ed esiti deturpanti di lezioni del padiglione auricolare, macro e microtia di notevole grado, atresia e ipoplasia del condotto)
    2. l’anotia, l’atresia auris congenita, la sindrome di Goldenhar, la sindrome di Franceschetti, la micro e macrotia con padiglione modificato per dimensione, di misura superiore al 50%, gli esiti di antroatticotomia e di timpanoplastica; la miringoplastica)
    3. l’otite media cronica colesteatomatosa, l’iperplastica granulomatosa o con segni di carie ossea, la purulenta semplice secernente; l’otite cronica iperplastica polipoide
    4. pregressa terapia chirurgica dell’otosclerosi
    5. pregresso intervento chirurgico sull’orecchio interno
    6. i processi flogistici cronici su esiti di timpanoplastica ed in esito ad interventi chirurgici sull’orecchio medio
    7. l’otite mucogelatinosa cronica
    8. l’otite media catarrale cronica
    9. l’otite mucopurulenta semplice e cronica, la sclero adesiva e gli esiti cicatriziali e di pregresse flogosi dell’orecchio medio; le perforazioni timpaniche; l’otorrea tubarica
    10. l’otosclerosi e le osteodistrofie del labirinto
    11. le affezioni organiche o funzionali dell’apparato vestibolare periferico o centrale
    12. le sindromi vestibolari dovute a malattia di Ménière, a tumori dell’VIII nervo cranico, ad otosclerosi e ad affezioni organiche del sistema nervoso centrale
    13. le sindromi vestibolari periferiche di altra natura
    14. l’areflessia bilaterale persistente
    15. le forme morfo-diplasiche del labirinto anteriore non associate ad ipoacusia invalidante; i processi malformativi del labirinto posteriore; i processi malformativi del labirinto anche senza segni di squilibrio labirintico
  • Le ipoacusie monolaterali con perdita uditiva, calcolata sulla media delle quattro frequenze fondamentali (500 – 1000 – 2000 – 3000 Hz), ≥ 36dB.
  • Le ipoacusie bilaterali con percentuale totale di perdita uditiva (P.P.T.) ≥ 40 dB.
  • Le ipoacusie bilaterali con percentuale totale di perdita uditiva (P.P.T.) maggiore del 20%, tra cui:
    1. il sordomutismo
    2. le ipoacusie bilaterali con P.P.T. di entità maggiore a quella sopra indicata

Come abbiamo detto già sopra, anche in questi casi risulta evidente che l’inidoneità all’arruolamento nella Guardia di Finanza è confermata sempre nei casi in cui la patologia si presenta aggravata e non lieve.

Per ricevere maggiori info, contattaci subito, un incaricato della Nissolino Corsi ti risponderà il prima possibile.

Sei il primo a lasciare un commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.