Prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza: ecco come superarle

Prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza

Di seguito troverete tutte le informazioni utili per affrontare e tentare di superare con successo le prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza.

Per prepararsi alle prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza è necessario una grande concentrazione e una preparazione atletica notevole. Ma quali sono e come si eseguono le prove di efficienza fisica del Concorso per diventare Maresciallo della Guardia di Finanza? In questo post cercheremo di spiegare la giusta esecuzione degli esercizi, dandovi qualche consiglio su come superare le prove fisiche con successo.


INDICE
– Quali sono le Prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza
– Quali certificati presentare alle Prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza
– Modalità di esecuzione Prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza


Quali sono le Prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza

L’uscita del Bando di Concorso Marescialli Guardia di Finanza 2018 ha portato con sè numerose novità, sia per quanto riguarda i requisiti necessari ai candidati per parteciparvi, sia per quanto riguarda l’iter concorsuale che si è arricchito delle prove fisiche, omologandosi, così, agli altri concorsi di selezione per la carriera da Maresciallo della Forze Armate. Vediamo, quindi, di approfondire l’argomento dandovi tutte le informazioni utili per affrontare le prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza.

Per quanti decidono, così, di presentarsi al Concorso per diventare Maresciallo della Guardia di Finanza, è necessaria, oltre che una grande preparazione dal punto di vista culturale (per affrontare i quiz di cultura generale e la prova di composizione scritta), anche una grande preparazione dal punto di vista atletico, visto che le prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza sono piuttosto dure e faticose. In particolare, le prove di efficienza fisica inserite nell’iter concorsuale, consistono nell’esecuzione di alcuni esercizi obbligatori e alcuni esercizi facoltativi, divisi a seconda che il candidato concorra per il Contingente Ordinario o per il Contingente di Mare. Per quanto riguarda gli esercizi obbligatori a cui i concorrenti sono sottoposti, questi sono:

– Per il Contingente Ordinario:

  • Salto in alto (massimo 2 tentativi)
  • Piegamenti sulle braccia
  • Corsa piana metri 1.000

– Per il Contingente di Mare:

  • Salto in alto (massimo 2 tentativi)
  • Prova di nuoto (stile libero metri 25)
  • Corsa piana metri 1.000

Veniamo, ora, agli esercizi facoltativi previsti nell’iter concorsuale, che i concorrenti possono decidere di eseguire o meno. Questi sono:

– Per il Contingente Ordinario:

  • Corsa piana metri 100
  • Prova di nuovo (stile libero metri 25)

– Per il Contingente di Mare:

  • Corsa piana metri 100
  • Piegamenti sulle braccia

Nella tabella sottostante troverete i parametri di esecuzione e i punteggi relativi alle prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza. Il mancato raggiungimento dei parametri di seguito indicati anche in uno solo degli esercizi obbligatori, determina il giudizio di inidoneità e, quindi, l’esclusione dal concorso, mentre il superamento di tali esercizi determina il giudizio d’idoneità con attribuzione di eventuale punteggio incrementale. Il superamento degli esercizi facoltativi dà luogo all’attribuzione di un punteggio incrementale, mentre il mancato raggiungimento dei parametri di idoneità in tali esercizi non incide sulla già conseguita idoneità al termine degli esercizi obbligatori.

Quali certificati portare alle prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza

Dopo aver visto quali sono le prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza, vediamo insieme la modalità di esecuzione dei suddetti esercizi, ovvero come eseguire correttamente le prove obbligatorie e quelle facoltative, in modo da superare la prova di efficienza fisica ed ottenere un punteggio piuttosto alto che permetta di andare avanti nell’iter concorsuale salendo nella graduatoria di merito. Prima di questo, però, elenchiamo quelli che sono i documenti che tutti i concorrenti del Concorso Marescialli Guardia di Finanza devono presentare alla commissione esaminatrice.

Provvisti di tuta e scarpe da ginnastica, i concorrenti che vengono convocati presso il Centro Sportivo della Guardia di Finanza di Castelporziano per essere sottoposti alle prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza devono portare con sé alcuni certificati medici che devono consegnare alla commissione esaminatrice. In particolare, ogni candidato deve consegnare un certificato, in originale o copia conforme, di idoneità all’attività sportiva agonistica per l’atletica leggera in corso di validità, rilasciato da medici appartenenti alla Federazione Medico Sportivo Italiana, ovvero da strutture sanitarie pubbliche o private accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale, che esercitano, in tali ambiti, in qualità di medici specializzati in medicina dello sport.

I concorrenti di sesso femminile che devono sostenere le prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza, oltre ai sopracitato certificato, devono altresì produrre un test di gravidanza di data non anteriore a cinque giorni dalla data di presentazione alla prova, che escluda la sussistenza di uno stato interessante. In assenza di questo referto, la candidata viene sottoposta al test di gravidanza a cura dell’Amministrazione.

Come superare le prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza

Veniamo dunque a capire qual è la giusta esecuzione delle prove fisiche Concorso Marescialli Guardia di Finanza, partendo dagli esercizi obbligatori, via via fino a quelli facoltativi.

SALTO IN ALTO. Il concorrente deve eseguire un salto in alto utilizzando qualsiasi tecnica (quale il superamento frontale, ventrale o dorsale) purché lo stacco dal terreno venga effettuato su solo piede di appoggio.
Per essere giudicato idoneo alla prova, il concorrente deve effettuare un salto in alto: maggiore o uguale a un’altezza minima di 1,10 metri, se di sesso maschile; maggiore o uguale a un’altezza minima di 0,95 metro, se di sesso femminile.

CORSA PIANA 1.000 METRI. Il concorrente deve eseguire una corsa della lunghezza di 1.000 metri su pista di atletica o in terra battuta o su terreno vario sostanzialmente pianeggiante. Viene cronometrato il tempo impiegato.
Per essere giudicato idoneo alla prova il concorrente deve percorrere la distanza di 1.000 metri entro il tempo massimo di: 4 minuti e 45 secondi, tempo valido per i concorrenti di entrambi i sessi.

PIEGAMENTI SULLE BRACCIA. Il concorrente deve iniziare la prova in posizione prona, con il palmo delle mani poggiato sul pavimento direttamente sotto il punto esterno delle spalle, le gambe unite e con la punta dei piedi in appoggio a terra. Per essere giudicato idoneo alla prova il concorrente, alla ricezione dell’apposito segnale prodotto (che coincide con lo start del cronometro), deve eseguire, entro il limite massimo di 2 minuti e senza interruzioni, un numero di piegamenti sulle braccia maggiore o uguale a quello indicato nella tabella di cui sopra, con le seguenti modalità:
– sollevare da terra il corpo (capo – tronco – arti inferiori) in posizione allineata, estendendo completamente le braccia;
– una volta raggiunta la posizione di massima estensione delle braccia, abbassare il corpo (capo – tronco – arti inferiori) in posizione allineata, piegando le braccia fino a sfiorare il pavimento con il petto o con il viso;
– ripetere i piegamenti senza interruzioni.
Un membro della commissione, osservatore dell’esercizio, provvede al conteggio a voce alta degli esercizi correttamente eseguiti dal concorrente, non conteggiando quelli eseguiti in maniera scorretta e comunicando lo scadere del tempo disponibile per la prova.

PROVA DI NUOTO (stile libero 25 metri). Il candidato, alla ricezione dell’apposito segnale di partenza, deve iniziare la prova, senza ricorrere ad alcun appoggio sui bordi della piscina e/o sui galleggianti divisori di corsia eventualmente presenti (pena giudizio di inidoneità alla prova), e percorrere la distanza di 25 metri a stile libero entro il tempo massimo sopra indicato. A ciascun concorrente, la preposta Commissione assegna un punteggio secondo i criteri stabiliti nella precedente tabella.

CORSA PIANA 100 METRI. Il concorrente deve eseguire una corsa della lunghezza di 100 metri su pista di atletica o in terra battuta o su terreno vario sostanzialmente pianeggiante. Viene cronometrato il tempo impiegato e attribuiti punteggi incrementali a seconda dei tempi di esecuzione (come riportato nella tabella sopra).

Per ricevere maggiori info, contattaci subito, un incaricato della Nissolino Corsi ti risponderà il prima possibile.

Libro Concorso Allievi Marescialli Guardia di Finanza

Il Libro Concorso Allievi Marescialli Guardia di Finanza è indirizzato ai partecipanti al Concorso Pubblico ed Interno per diventare Allievo Maresciallo della Guardia di Finanza

Corso di Preparazione Concorso Allievi Marescialli Guardia di Finanza

Scopri il programma Completo del Preparazione Concorso Allievi Marescialli Guardia di Finanza (in Aula) della scuola di preparazione Nissolino Corsi

Corsi di Preparazione Online Concorsi Guardia di Finanza

Scopri tutti i Corsi di Preparazione Online della Nissolino Corsi per superare i concorsi nella Guardia di Finanza

Articoli Correlati

Sei il primo a lasciare un commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.